Navigation

UBS starebbe rivedendo attività ultra-ricchi, forse taglio posti

Novità in vista per chi lavora con i Paperoni. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 dicembre 2019 - 14:09
(Keystone-ATS)

UBS starebbe riorganizzando le sue attività con i clienti ultra-ricchi, il comparto Ultra High Net Worth Business attualmente guidato da Joseph Stadler. Stando a notizie di stampa sarebbero a rischio numerosi posti di lavoro.

Contattata dall'agenzia Awp, UBS non ha voluto prendere posizione sul tema. Secondo Bloomberg, che si rifà a fonti interne all'azienda, i due responsabili della gestione patrimoniale Iqbal Khan e Tom Naratil punterebbero a liquidare l'unità in questione per trasferire i clienti ricchi che non hanno bisogno di servizi di investment banking nei dipartimenti regionali esistenti. Stadler guiderebbe poi una nuova unità composta dai clienti rimanenti, combinandola con il cosiddetto Global Family Office.

La riorganizzazione eliminerebbe alcuni livelli dirigenziali, cosa che permetterebbe anche di accelerare l'esecuzione delle operazioni. Alcuni consulenti alla clientela verrebbero trasferiti ai gruppi regionali esistenti. Stando al portale finanziario Inside Paradeplatz la ristrutturazione porterebbe a un taglio di posti di lavoro che potrebbe essere del 5% per l'unità in questione (50-100 impieghi), ma eventualmente anche più massiccia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.