Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Al Tribunale amministrativo federale (TAF) sono pervenuti altri 37 ricorsi riguardanti la consegna al fisco americano di dati riguardanti clienti di UBS. I ricorsi riguardano la stessa categoria del caso già oggetto della "decisione pilota" dello scorso 21 gennaio, ossia l'evasione fiscale grave.
I nuovi ricorsi sono pervenuti tra metà maggio e l'inizio di giugno e sono diretti contro disposizioni finali dell'Amministrazione federale delle contribuzioni, ha indicato oggi il TAF.
Nella decisione del 21 gennaio, non impugnabile, il TAF era giunto alla conclusione che l'assistenza amministrativa in materia fiscale è possibile solo in caso di frode, e non di evasione semplice, anche in presenza di somme ragguardevoli. L'accordo sottoscritto il 19 agosto 2009 fra Berna e Washington non può derogare a questo principio, avevano ritenuto i giudici.

SDA-ATS