Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - L'accordo tra Washington e Berna riguardo a UBS ha subito una nuova battuta d'arresto: la Commissione della politica estera del Consiglio nazionale lo ha infatti respinto con 15 voti contro 9 e un'astensione.
Alcuni membri della commissione ritengono che la prevista trasmissione di dati bancari su presunti evasori fiscali di UBS "non sia compatibile con i principi dello Stato di diritto". Altri condizionano il loro sostegno a "misure accompagnatorie per risolvere il problema delle banche troppo grandi per fallire", hanno comunicato oggi i servizi del parlamento.

SDA-ATS