Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Viaceslav Ponomariov, il sindaco 'popolare' di Sloviansk, roccaforte dei separatisti filorussi nell'est ucraino, ha affermato che le milizie filorusse libereranno presto i quattro osservatori dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) detenuti, tra cui uno svizzero: "chiariremo chi sono, dove stavano andando e perché, e li liberemo", ha dichiarato a Ria Novosti.

I quattro "potrebbero essere rilasciati già domani", hanno riferito fonti dell'amministrazione della città all'agenzia russa Interfax.

Ponomariov ha affermato che i quattro sono detenuti dalla milizia locale in un luogo di sua conoscenza e che stanno bene. "Avevamo chiesto loro di non andare da nessuna parte per un po' di tempo, ma queste quattro persone sono risultate troppo zelanti", ha aggiunto.

Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) Didier Burkhalter, presidente di turno dell'Osce, ieri sera aveva chiesto la liberazione "immediata e senza condizioni" degli osservatori internazionali dell'Osce detenuti da lunedì in Ucraina. Aveva denunciato un atto di sabotaggio degli sforzi di pace, si legge in un comunicato dell'Osce.

SDA-ATS