Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Ucraina: 007 russi, a bordo navi fermate agenti servizi Kiev

Un ponte traversa lo stretto di Kerch, che separa Crimea e Russia.

KEYSTONE/EPA/STRINGER

(sda-ats)

Le navi della Marina ucraina sono entrate nelle acque territoriali della Russia su esplicite istruzioni delle autorità di Kiev e due agenti dell'Sbu, i servizi di sicurezza ucraini, erano a bordo per coordinare la provocazione.

È quanto sostiene l'Fsb, il servizio di sicurezza interno russo. Un militare ucraino, arrestato in seguito all'incidente nello stretto di Kerch, avrebbe confessato la natura "provocatoria" dell'incidente. "Le richieste radio (dalle guardie di frontiera russe, ndr) sono state deliberatamente ignorate, c'erano armi e mitragliatrici a bordo: ero consapevole che si trattava di azioni provocatorie", ha dichiarato il comandante Vladimir Lesovoy, stando a quanto sostiene l'agenzia di stampa ufficiale russa Tass.

Il capo dell'Sbu, Vassily Grizak, ha confermato a Interfax che a bordo delle navi fermate dai russi c'erano "collaboratori del dipartimento di controspionaggio del servizio" e uno di loro, un ufficiale, sarebbe stato "gravemente ferito".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.