Difficile reclutare nuovi soldati per le forze armate ucraine, impegnate nel conflitto nel Donbass contro i separatisti filorussi.

Circa il 40% delle persone richiamate alle armi negli ultimi due mesi sono sfuggite al reclutamento, e sono appena 13.000 invece dei previsti 25.000 coloro che hanno indossato la divisa nella sesta ondata di mobilitazione (19 giugno-17 agosto).

"I renitenti alla leva - spiega il vice comandante del dipartimento mobilitazione dello Stato maggiore ucraino, Oleksandr Pravdivets - di solito tendono a non aprire la porta per ricevere i documenti di chiamata alle armi, lasciano il lavoro o addirittura abbandonano il Paese".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.