Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La centrale nucleare di Chernobyl con il nuovo guscio protettivo.

Keystone/EPA/ANDREW KRAVCHENKO

(sda-ats)

Un ostello ha aperto le porte all'interno della zona di esclusione di Chernobyl, a 15 chilometri dalla centrale teatro del disastro nucleare. Il Polissia può ospitare sino a 100 persone in stanze singole e doppie, con bagno in camera e internet gratuita.

"L'ostello è disponibile per brevi soggiorni nel corso della visita alla zona di esclusione", fa sapere su Facebook l'agenzia ucraina che si occupa della gestione della zona off-limits.

Il governo ucraino, infatti, permette ai turisti brevi ingressi nella zona (serve un permesso speciale) ma considera l'area ancora inabitabile in modo stabile.

Tra i primi ospiti stranieri - scrive DW online - vi erano viaggiatori dagli Stati Uniti, Nuova Zelanda e Danimarca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS