Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"È importante stabilizzare la tregua attuale, rendere verificabile il ritiro delle armi pesanti e rendere possibile l'inizio di un processo politico" attraverso la realizzazione degli accordi di Minsk. Su questi obiettivi hanno concordato i leader di Usa, Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia ed Ue nella teleconferenza sull'Ucraina. "Sono stati apprezzati i recenti sviluppi positivi", si legge nella nota della cancelleria tedesca.

Hanno inoltre convenuto - secondo quanto riferisce l'Eliseo a Parigi - "che in caso di rottura rilevante nel processo di messa in atto delle misure adottate a Minsk sarebbe necessaria una reazione forte da parte della comunità internazionale".

La nota della cancelleria tedesca precisa che la missione dell'Osce "è di notevole importanza per l'attuazione di Minsk, e deve essere ulteriormente sostenuta e rafforzata". Obiettivo resta un'Ucraina che possa scegliere la sua strada in autodeterminazione e integrità territoriale, è stato precisato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS