Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Possiamo solo esprimere rammarico dopo un altro ampliamento della lista delle persone che non possono entrare in Ucraina": è così che il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha commentato il divieto di ingresso in Ucraina per cinque anni a Mikhail Gorbaciov.

Il divieto è stato sancito dalle autorità di Kiev dopo che l'ultimo leader sovietico ha detto che sulla Crimea si sarebbe comportato "come Vladimir Putin". "Non conosco però la posizione del presidente sulla questione", ha precisato Peskov.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS