Navigation

Ucraina: femministe a seno nudo per 'Iulia'

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 agosto 2011 - 11:28
(Keystone-ATS)

Hanno protestato a seno nudo contro l'arresto dell'ex premier e attuale leader dell'opposizione, Iulia Timoshenko, ma sono state fermate dalla polizia. Le protagoniste dell'iniziativa, due giovani femministe del gruppo Femen, si sono presentate in topless nel centralissimo viale Khreshatik, a Kiev, vicino al tribunale dove in questo momento si sta svolgendo il processo contro l'eroina della Rivoluzione arancione, agitando uno striscione e gridando "Libertà alla vera opposizione!". Nel giro di dieci minuti gli agenti le hanno fermate e le hanno portate via.

Timoshenko è stata arrestata il 5 agosto per l'atteggiamento irriverente tenuto nei confronti di corte e testimoni durante il processo a suo carico. 'Iulia' è accusata di abuso di potere per aver imposto alla società statale energetica Naftogaz un accordo con il colosso russo Gazprom per le importazioni di gas nel 2009, senza il parere del governo da lei guidato. Secondo l'accusa, il prezzo concordato sarebbe stato svantaggioso per l'Ucraina. L'ex premier si è sempre detta innocente e ha definito quello a suo carico un "processo farsa" orchestrato dal presidente Viktor Ianukovich per sbarazzarsi di lei a livello politico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?