Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 14 persone, compresi due agenti, sono rimaste ferite ieri a Karkhiv, nell'Ucraina orientale, nell'attacco a circa 300 filorussi da parte di alcune migliaia di ultrà dei club di calcio Dnipro e Metalist. Otto i ricoverati.

I tifosi, secondo la versione della tv filo Cremlino Russia Today ma anche dell'agenzia ucraina Unian, intendevano marciare a sostegno dell'unità del Paese da piazza della Costituzione, dove erano radunati i filorussi, allo stadio del Metalist, dove in serata era prevista la partita tra le due squadre. Le violenze sono scoppiate quando gli ultrà, molti dei quali mascherati e muniti di mazze, pietre, petardi e fiaccole, hanno raggiunto il luogo del raduno filorusso.

Alcuni video girati da tv locali mostrano le aggressioni e i danneggiamenti a qualche auto. Secondo Russia Today, tra i tifosi c'erano anche diversi elementi del gruppo di estrema destra 'Pravi Sektor', protagonista della rivolta del Maidan a Kiev.

SDA-ATS