Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità di Kiev hanno liberato ieri sera due giornalisti russi fermati nella regione di Donetsk il 6 giugno con l'accusa di spionaggio. I due reporter, che lavorano per il canale televisivo del ministero della Difesa russo Zvezda, si trovano ora a Mosca.

Andrei Sushenkov e Anton Malishev, questi i nomi dei due giornalisti, sono stati consegnati al posto di frontiera di Nekhoteevksaal, al confine con la regione russa di Belgorod.

I reporter, che sono rientrati a Mosca a bordo di un aereo del ministero della Difesa russo, hanno denunciato maltrattamenti dicendo di essere stati tenuti per due giorni "praticamente senza acqua potabile in una stanza angusta dove la temperatura arrivava a 50 gradi". Sushenkov e Malishev erano stati fermati dalla Guardia nazionale ucraina alle porte di Sloviansk e accusati di raccogliere informazioni su un posto di blocco.

SDA-ATS