Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sarebbe il Cremlino dietro il presunto rapimento della top gun ucraina Nadia Savcenko, sotto processo in Russia con l'accusa di aver fornito le coordinate per i tiri di mortaio che nel giugno 2014 uccisero due reporter russi nel Donbass.

Stando agli avvocati della pilota militare, nel sequestro sarebbe coinvolto Pavel Karpov, definito da Novaia Gazeta un impiegato fuori ruolo dell'amministrazione del presidente russo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS