Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mosca "adotterà le misure necessarie per liberare" i due "cittadini russi" catturati nel Donbass dalle truppe di Kiev, che li definisce soldati russi. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, citato da Ria Novosti.

La Russia nega che nel sudest ucraino siano presenti propri soldati e ha definito i due russi prigionieri degli ex militari. Loro hanno però confessato a rappresentanti dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) di essere soldati russi e di aver viaggiato in Ucraina in una "missione di ricognizione".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS