Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Parlamento ucraino ha approvato una proposta di legge che consente agli operatori stranieri di partecipare alla gestione del sistema dei gasdotti della repubblica ex sovietica, da cui passa circa metà del metano russo diretto in Europa. Hanno votato a favore 228 parlamentari, appena due in più del quorum necessario. Secondo il progetto, il sistema dei gasdotti rimane in mano allo Stato, ma investitori da Ue e Usa potranno partecipare alla gestione.

Il primo ministro Arseni Iatseniuk ha dichiarato che il governo ha intenzione di creare due compagnie per la gestione dei gasdotti ucraini coinvolgendo investitori europei e americani. In prima lettura, con 252 voti a favore, il Parlamento ha approvato anche un progetto di legge per l'allontanamento dalle posizioni di vertice dei dirigenti pubblici legati al vecchio potere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS