Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Parlamento ucraino ha approvato una risoluzione per obbligare il ministero dell'Interno e i servizi di sicurezza a disarmare i gruppi armati illegali. La risoluzione è stata approvata con 256 voti a favore (necessari 226).

A proporre il disarmo è stato il capogruppo parlamentare del partito di Timoshenko 'Patria', Serghiei Sobolev, che ha denunciato "l'aggravarsi della situazione criminale e numerosi casi di utilizzo di armi non autorizzato" nonché "provocazioni da parte di cittadini stranieri nell'Ucraina sud-orientale e a Kiev".

Si tratta di un duro colpo a gruppi paramilitari come quello di estrema destra 'Pravi Sektor', accusato di fare scorta di fucili d'assalto. Proprio ieri notte nel centro di Kiev tre persone sarebbero rimaste ferite dagli spari di un militante di Pravi Sektor, che è poi stato arrestato. I paramilitari sono poi stati costretti dalla polizia a lasciare disarmati la loro sede all'hotel Dnipro.

SDA-ATS