Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Germania il consiglio economico della Cdu, il partito della cancelliera Angela Merkel, ha criticato duramente l'atteggiamento dell'Ue nella crisi ucraina, sottolineando i gravi errori commessi nei confronti di Mosca. "Si sarebbe dovuto parlare con la Russia", ha detto il presidente del consiglio Kurt Lauk all'agenzia Dpa.

"La politica russa è stata negli ultimi 25 anni molto chiara sull'espansione dell'Ue e della Nato", ha spiegato Lauk: "Mosca ha detto sì alla Polonia, all'Ungheria e persino ai Paesi Baltici. Però ha anche aggiunto: per favore non oltre. Negli sviluppi in Ucraina ciò è stato ignorato".

Per l'esponente cristianodemocratico ora si tratta di riallacciare i fili del dialogo con Mosca, non di approfondire il contrasto. L'Ucraina è prossima alla bancarotta: "In questa situazione può darsi solo una proposta comune da parte di Unione europea e Russia per il risanamento finanziario".

SDA-ATS