Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Igor Druz, un consigliere del comandante dei miliziani separatisti dell'Ucraina orientale, Igor Strelkov, ha ammesso in un'intervista alla Bbc che i filorussi "hanno portato a termine delle esecuzioni sparando per evitare il caos". Secondo Druz, anche per questo motivo i miliziani che hanno abbandonato la roccaforte di Sloviansk (riconquistata dalle truppe di Kiev) "sono altamente disciplinati".

Intanto l'amministrazione comunale di Lugansk - in mano ai separatisti - sostiene che la città si trova "sull'orlo di una catastrofe umanitaria". "Quello che succede adesso a Lugansk - sostiene il comune - è una vera guerra che ha già tolto la vita a più di 100 pacifici cittadini".

Sul fronte politico, la Russia si è scagliata contro l'Unione europea accusandola di aver tolto le restrizioni sulle esportazioni di armi all'Ucraina applicando così un doppio standard e denunciando che queste armi "potrebbero essere usate per la repressione interna".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS