Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I separatisti filorussi hanno rapito due preti a Donetsk, nell'Ucraina orientale dilaniata dalla guerra civile. Delle trattative per il rilascio dei preti sono in corso in questo momento.

Il portavoce della chiesa ortodossa ucraina del patriarcato di Kiev ha riferito al telefono all'ANSA che stamattina i miliziani hanno catturato padre Iuri Ivanov nei pressi della sua abitazione. Un altro prete, padre Tikhon, di rito greco-cattolico, era stato invece rapito il 3 luglio dai separatisti del sedicente "Esercito russo-ortodosso".

A confermarlo all'ANSA è questa volta padre Serghii Kosiak, amico e collega del sacerdote rapito, secondo cui padre Tikhon è stato catturato perché ha sostenuto l'unità dell'Ucraina durante le preghiere collettive a Donetsk.

"Abbiamo chiesto di partecipare attivamente anche al sindaco di Donetsk", spiega padre Kosiak precisando che "oggi membri di vari gruppi religiosi hanno firmato una richiesta di liberazione".

Secondo il sacerdote, inoltre, anche se "non ci sono informazioni precise sulle sue condizioni", padre Tikhon "è stato costretto dai suoi rapitori a portare sacchi per le barricate dei separatisti".

"Siamo preoccupati per la sua salute - ha proseguito padre Kosiak - perché soffre di diabete, ha bisogno di prendere quotidianamente delle medicine".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS