Navigation

Ucraina: Timoshenko; processo fermo ma centinaia in piazza

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2011 - 15:19
(Keystone-ATS)

La pausa prevista per oggi nel processo nei confronti della leader dell'opposizione, Iulia Timoshenko, non ha fatto desistere centinaia di ucraini dal proseguire le manifestazioni a Kiev davanti al tribunale di viale Khreshatik.

Accanto ai circa 400 dimostranti che protestano contro l'arresto dell'ex lady di ferro, più di 200 simpatizzanti del partito delle Regioni del presidente Viktor Ianukovich si sono accampati nel viale del centro della capitale.

Mentre il responsabile della manifestazione, il deputato Oleg Kalashnikov, arringa la folla chiedendo la condanna della "corrotta" Timoshenko, i militanti del partito di governo sventolano bandiere, distribuiscono volantini e agitano striscioni che attaccano l'ex premier con slogan come "Fuori i ladri!", "Iulia confessa!", "Iulia non ti credo!", "Restituisci i miliardi al popolo!".

Il parlamentare del partito di governo sembra aver colto l'occasione per farsi un po' di propaganda elettorale, e ogni mezzo minuto le casse acustiche ripetono le parole "Io, Oleg Kalashnikov, vi dico...".

Dall'altra parte della barricata, i sostenitori di "Iulia" non sono meno agguerriti, e a ogni angolo della tendopoli si trovano foto di Timoshenko vestita di bianco e con la solita treccia bionda avvolta intorno alla testa. Su molte tende l'immagine dell'eroina della Rivoluzione arancione è posta giusto accanto a quella di un Cristo benedicente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?