Navigation

UDC: "Non c'è libertà senza sicurezza", afferma Ueli Maurer

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2011 - 12:33
(Keystone-ATS)

Il ruolo dello stato è di assicurare la sicurezza ai suoi cittadini per garantire la loro libertà. È in sostanza quanto ha affermato oggi a Gossau (SG) il consigliere federale Ueli Maurer davanti a circa 500 delegati dell'UDC.

Il ministro della difesa si è detto "scioccato" dallo studio sulla criminalità pubblicato in agosto e secondo il quale il tasso svizzero ha raggiunto quello dell'Europa.

"Se la Svizzera cade nella mediocrità europea, ciò mostra che lo Stato non è più all'altezza del suo dovere più importante", ha affermato il capo del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS). Auspica quindi che la Svizzera ritorni ai valori precedenti.

Nel settore militare, il Parlamento ha permesso allo Stato di adempiere alla sua missione, si è rallegrato il ministro. In particolare è stato deciso di aumentare il budget dell'esercito a 5 miliardi di franchi per permettere l'acquisto di 22 aerei da combattimento e di finanziare un effettivo di 100mila soldati.

"Con i mezzi accordati dal Parlamento possiamo di nuovo equipaggiare in modo adeguato i nostro soldati per i loro compiti" ha concluso il ministro della difesa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?