Navigation

UDC: Andreas Glarner candidato a presidenza

Con Glarner salgono a due i papabili in casa UDC per il dopo Rösti. KEYSTONE/ALEXANDRA WEY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 giugno 2020 - 14:22
(Keystone-ATS)

Il consigliere nazionale e presidente della sezione argoviese Andreas Glarner ambisce a diventare presidente dell'UDC.

Si tratta della seconda candidatura ufficiale per il post Albert Rösti dopo quella dello zurighese Alfred Heer, anch'egli deputato alla Camera del popolo.

L'informazione, inizialmente divulgata dal domenicale "Sonntagsblick", è stata confermata dal diretto interessato all'agenzia Keystone-ATS. Ieri la commissione cerca ha tenuto un'audizione ascoltando anche Heer, secondo quanto riferito da Glarner. Il parlamentare non ha precisato se ci siano altri pretendenti.

In realtà, il termine per candidarsi alla successione di Rösti è scaduto il primo febbraio. A quel momento però, Heer era il solo a essersi proposto. La commissione si è quindi riservata il diritto di svolgere ulteriori colloqui.

Dopo il risultato deludente rispetto al passato delle elezioni federali lo scorso autunno, Rösti aveva annunciato le sue dimissioni per questa primavera. A causa dell'epidemia di Covid-19, l'assemblea dei delegati del 28 marzo, durante la quale era previsto di nominare il nuovo presidente, è però stata rinviata.

Il consigliere nazionale bernese ha pertanto acconsentito di restare in carica fino a nuovo avviso. La ricerca di un erede di Rösti si sta rivelando complicata per il partito, che ha già incassato il no di pezzi grossi come la consigliera nazionale grigionese Magdalena Martullo-Blocher e i suoi colleghi alla Camera del popolo Thomas Aeschi (ZG), capogruppo in Parlamento, e Diana Gutjahr (TG), già candidata alla presidenza dell'Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.