Tutte le notizie in breve

L'Unione democratica federale (UDF) suggerisce di bocciare la Strategia energetica 2050, in votazione popolare il prossimo 21 maggio. I delegati del partito, riuniti oggi a Regensdorf (ZH), hanno respinto il testo con 51 voti a 18 e 8 astensioni.

Secondo la maggioranza, oltre a generare importanti costi aggiuntivi per famiglie e PMI, il progetto non segue la strada giusta per abbandonare la dipendenza energetica dall'estero e indebolisce il settore idroelettrico.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve