Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il 70% degli europei vorrebbe l'elezione diretta del presidente della Commissione Ue e vede come prioritari i temi della lotta alla disoccupazione, alle ineguaglianze sociali e al debito pubblico. Emerge dal sondaggio Eurobarometro/Parlamento Europeo in vista delle elezioni del 2014, su un campione di oltre 26mila persone intervistate a giugno. E se solo il 39% ritiene che la propria voce conti in Europa, per il 50% appartenere all'Ue è ancora positivo.

Sette intervistati su dieci hanno risposto chiaramente che sarebbero a favore dell'elezione diretta del presidente della Commissione perché questo conferirebbe alle decisioni dell'Ue maggiore legittimità e rafforzerebbe la democrazia nell'Unione.

Inoltre più di un intervistato su due si sentirebbe maggiormente invogliato a recarsi alle urne "se le grandi famiglie europee presentassero, sulla base di un programma comune, un candidato o una candidata alla carica di Presidente della Commissione Ue".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS