Navigation

Ue: cade moratoria su coltivazione Ogm dopo 12 anni

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2010 - 13:56
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Con l'annuncio della Commissione europea di dare il via libera alla coltura della patata transgenica Amflora nell'Unione Europea, si mette di fatto fine, dopo dodici anni, alla moratoria sulla coltivazione di OGM in Europa. La decisione sulla patata Amflora riguarda la sua coltura ai fini industriali e l'utilizzo dei prodotti derivati dall'amido Amflora negli alimenti per animali.
La decisione della Commissione europea, oltre alla patata Amflora, riguarda anche la messa sul mercato di tre mais geneticamente modificati destinati ad essere utilizzati nell'alimentazione umana e animale.
I cinque OGM autorizzati, ha sottolineato l'esecutivo UE, sono stati "esaminati con la più grande attenzione, in modo che le preoccupazioni espresse al riguardo della presenza di un gene resistente agli antibiotici siano pienamente tenute in considerazione".
La decisione, ha precisato un portavoce, essendo una procedura scritta, è stata presa all'unanimità del collegio dei commissari. "Dopo un esame completo e approfondito dei cinque dossier OGM sul tavolo, mi è sembrato chiaro che nessun nuovo argomento scientifico aveva bisogno di essere esaminato ulteriormente", ha osservato il commissario UE alla salute John Dalli, spiegando che la Commissione "ha svolto il suo ruolo in maniera responsabile, prendendo decisioni che si basano su esami di sicurezza condotti dall'Efsa", l'agenzia europea per la sicurezza degli alimenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?