Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro Paolo Gentiloni e la cancelliera Angela Merkel

KEYSTONE/AP/ANDREW MEDICHINI

(sda-ats)

I leader dell'UE sono giunti stamane nella capitale italiana per commemorare i 60 anni dei Trattati di Roma, il documento che ha istituito la Comunità economica europea, firmato il 25 marzo del 1957.

I capi di stato e di governo dei 27 sono stati accolti dal primo ministro italiano Paolo Gentiloni. "Ci sarà un centesimo anniversario dell'UE", ha detto al suo arrivo il presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker. Assente invece la premier britannica Theresa May, che mercoledì prossimo lancerà la complessa procedura di divorzio dall'UE.

In una dichiarazione solenne i 27 dovrebbero affermare oggi che la "loro unione è una e indivisibile", in chiara risposta alla Brexit, secondo una bozza di documento finale. "L'Europa, si legge ancora nel testo, è il nostro futuro comune".

L'Europa festeggia il 60esimo compleanno in un'atmosfera di crisi, divisioni e sfiducia da parte della popolazione. A Roma, dove sono presenti imponenti forze di polizia, sono attesi oggi circa 30'000 manifestanti, pro e anti UE.

Ieri Papa Francesco, ricevendo i leader europei, ha detto che l'Europa "è vita" e non può ridurre i suoi ideali a mere "necessità produttive, economiche e finanziarie". Un messaggio di felicitazioni è giunto anche dalla Casa Bianca: "Gli Stati Uniti sperano di condividere con l'Unione europea altri 60 anni, e oltre, di sicurezza e prosperità".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS