Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È morto sabato, all'età di 86 anni, l'economista belga di origini ungheresi Alexandre Lamfalussy, considerato uno dei padri dell'euro. Lo ha annunciato oggi la famiglia all'agenzia Belga.

Membro del Comitato Delors, gruppo di 'saggi' creato dall'allora presidente della Commissione Ue per preparare la strada verso la moneta unica, è stato direttore dal 1994 al 1997 dell'antenata della Bce, l'Istituto monetario europeo di Francoforte.

Negli anni 2000 era stato nominato dall'Ecofin presidente di un altro comitato di saggi per l'armonizzazione delle pratiche borsistiche nell'Ue. Allo scoppio della crisi nel 2008 il Belgio lo aveva fatto presidente del Comitato superiore per una nuova architettura finanziaria.

Lamfalussy era nato nel 1929 in Ungheria, da cui era fuggito a 19 anni per essere accolto in Belgio come rifugiato apolide. Dopo avere studiato economia a Lovanio e a Oxford, aveva cominciato la sua carriera di economista nel sistema bancario belga per diventare poi dal 1986 al 1994 direttore generale della Banca dei regolamenti internazionali a Basilea.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS