Navigation

Ue-GB: Cameron, accordo improbabile a dicembre

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2015 - 20:01
(Keystone-ATS)

Il premier britannico David Cameron ha riconosciuto oggi che un accordo tra la Gran Bretagna e i partner dell'Ue sui futuri rapporti tra Londra e i Ventisette al Vertice di Bruxelles a dicembre è altamente improbabile

Camerun ha aggiunto che i negoziati saranno difficili e che una Brexit non è affatto da escludere.

In visita ufficiale in Bulgaria, Cameron ha detto "vorrei che la Gran Bretagna rimanesse in un'Ue riformata, ma non sarà facile. Ma noi continueremo a spingere il pedale dell' acceleratore".

Sull'Isis, nel corso di una conferenza stampa congiunta con il suo omologo bulgaro Boyko Borissov, il premier britannico ha detto che "l'importante è sconfiggere Daesh laddove si trova: in Iraq e Siria".

"Per combattere il terrorismo è necessario intensificare lo scambio di informazioni", ha detto ancora Cameron precisando che con Borissov sono state discusse anche le riforme dell'UE e la crisi migratoria. Per Cameron "è necessario rafforzare ulteriormente i confini esterni dell'Ue".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.