Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Il Parlamento europeo ha bocciato l'accordo dell'Ue con gli Usa sullo scambio dei dati bancari. Gli eurodeputati hanno approvato con 378 voti favorevoli, 196 contrari e 31 astensioni una relazione che dice no all'accordo provvisorio sul trasferimento dei dati agli Stati Uniti attraverso la rete Swift e impedendo la sua entrata in vigore.
I deputati chiedono di negoziare un nuovo accordo a lungo termine che rispetti il Trattato di Lisbona e, in particolare, la Carta dei diritti fondamentali.
"L'opinione della maggioranza del Parlamento - ha spiegato in una dichiarazione il presidente dell'Assemblea Jerzy Buzek - è che il testo che ci è stato sottoposto dal Consiglio non offriva un giusto equilibrio tra la sicurezza da una parte e la protezione delle libertà civili e i diritti fondamentali dall'altra".
"Malgrado i progressi sostanziali fatti negli ultimi giorni - ha aggiunto il presidente - le preoccupazioni del Parlamento quanto all'utilizzo dei dati non sono state pienamente tenute nella dovuta considerazione".
"Questi argomenti sono sensibili, difficoltosi e complessi e tutti non possono essere soddisfatti del risultato", ha proseguito Buzek, ricordando però che il Trattato di Lisbona, approvato dai governi dei 27 Stati membri, ha attribuito al Parlamento europeo "un diritto di veto sugli accordi internazionali di questo tipo". Questi stessi governi, ha concluso il presidente, devono accettare che il Parlamento "faccia uso di questa prerogativa in modo da recepire le preoccupazioni dei cittadini europei".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS