Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un prodotto di montagna o dell'alpe, composto di materie prime provenienti da una regione indicata e in essa trasformate, dal primo luglio potrà essere etichettato come tale. L'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) ha svelato oggi i contrassegni ufficiali della Confederazione.

Il Consiglio federale ha adottato il 21 maggio l'ordinanza del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) concernente i contrassegni per i prodotti di montagna e dell'alpe. Essa entrerà in vigore il primo luglio.

Da questa data, gli interessati potranno scaricare liberamente i loghi "prodotto svizzero di montagna" (blu) o "prodotto svizzero dell'alpe" (verde) sul sito dell'UFAG e applicarli su un prodotto secondo la misura desiderata. "Gli agricoltori che vendono sui mercati saranno i primi ad utilizzare questi contrassegni, che gli permetteranno di differenziare i loro prodotti dagli altri", ha indicato all'ats Bernard Lehmann, direttore dell'UFAG.

Le grandi catene di distribuzione utilizzano già contrassegni propri per indicare simili prodotti. "Non sappiamo se Migros e Coop utilizzeranno questo marchio, non ci hanno detto niente in proposito. Chiederanno probabilmente il parere dei consumatori", ha detto Lehmann.

SDA-ATS