Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Altra partenza "di peso" all'Ufficio federale della migrazione (UFM). Dopo quella "improvvisa" dell'ex direttore Edouard Gnesa, nel maggio dello scorso anno, il vicedirettore Urs Betschart lascerà la sua carica il prossimo 30 aprile "di comune accordo" con l'attuale direttore Alard du Bois-Reymond. Lo fa sapere in una nota lo stesso UFM, il quale precisa che "la riorganizzazione è attuata a partire da oggi (primo febbraio ndr)".
Invece degli attuali quattro ambiti direzionali, la nuova struttura dell'Ufficio - che sarà operativa dal primo di settembre - ne comprende soltanto tre. Alla testa del settore "Immigrazione e integrazione" è stato designato il vicedirettore Mario Gattiker. Quali responsabili dei settori "Asilo e ritorno" e "Pianificazione e risorse" sono invece stati nominati rispettivamente gli altri vicedirettori Jürg Scheidegger e Eveline Gugger Bruckdorfer, si legge nel comunicato.
È quindi stato soppresso il settore "Entrata, dimora e ritorno", che era guidato dal 2005 proprio da Urs Betschart. Nel congedarsi da lui, Alard du Bois-Reymond lo ringrazia "per il lavoro svolto e per l'impegno di tutti questi anni". Betschart assicura attualmente anche la funzione di responsabile di progetto per l'introduzione e l'attuazione degli accordi Schengen e Dublino.
Dopo numerosi anni all'Ufficio federale dei rifugiati e all'UFM, durante i quali ha assunto diverse cariche dirigenziali, Betschart si appresta ad imboccare un nuovo cammino professionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS