Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da fine ottobre, l'Ufficio federale della migrazione (UFM) aprirà all'ex caserma di Losone un nuovo alloggio per richiedenti l'asilo arrivati di recente in Svizzera. Grazie a un contratto stipulato con il comune e il Dipartimento federale della difesa (DDPS), l'UFM disporrà durante tre anni di un accantonamento dotato di una capacità massima di 170 posti letto, si legge in una nota odierna.

La struttura di Losone costituirà un alloggio esterno del Centro di registrazione e di procedura di Chiasso e consentirà di far fronte alle rapide fluttuazioni del numero delle domande di asilo.

Dall'approvazione della revisione della legge sull'asilo (LAsi), la Confederazione può infatti destinare le proprie strutture per una durata di tre anni all'accoglienza di richiedenti.

L'assistenza presso il centro di Losone sarà assicurata dalla società ORS Services SA, mentre l'impresa privata Securitas garantirà la sicurezza 24 ore su 24. D'intesa con le autorità di Losone e i comuni vicini, ORS sta predisponendo programmi di occupazione ed è tuttora alla ricerca di lavori di pubblica utilità da affidare ai richiedenti l'asilo, si precisa nel comunicato.

Alla fine dell'utilizzo triennale, l'ex caserma verrà riacquistata dal comune di Losone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS