Navigation

UFM: meno domande d'asilo in febbraio, dopo il picco di gennaio

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2012 - 15:39
(Keystone-ATS)

Dopo il picco di gennaio, le domande d'asilo depositate in Svizzera sono diminuite del 15% in febbraio, passando da 2'653 a 2'248. Si tratta pur sempre di circa 1'000 domande in più rispetto al mese di febbraio del 2011, si legge in una nota odierna dell'Ufficio federale della migrazione (UFM).

Dei richiedenti l'asilo registrati nel febbraio di quest'anno, 336 provengono dall'Eritrea (-9,2 % rispetto a gennaio), 235 dalla Nigeria (+26,8%) e 215 dalla Tunisia (-13,7%). Tra i maggiori Paesi d'origine figurano anche la Serbia con 190 domande (315 in gennaio), la Siria con 102 (123) e la Macedonia con 82 (145).

L'UFM precisa anche che nel periodo in esame è stato possibile trasferire 446 richiedenti l'asilo verso altri Stati in base all'accordo di Dublino, mentre in gennaio ne sono stati trasferiti 357.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?