Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quarta notte consecutiva di scontri tra gruppi unionisti e forze dell'ordine a Belfast: i disordini sono esplosi in seguito alle proteste dopo la decisione di issare la bandiera britannica sul Municipio della città solo in alcuni giorni prestabiliti.

Dall'inizio delle violenze sono 52 agenti di polizia rimasti feriti e 100 le persone arrestate, riferiscono le autorità nordirlandesi. Sono finiti in manette anche molti ragazzi di 10-11 anni per aver lanciati molotov e pietre contro le forze dell'ordine. Le forze dell'ordine segnalano inoltre che, a loro avviso, a coordinare gli attacchi contro la polizia ci sarebbero leader dell'Ulster Volunteer Force (UVF), l'organizzazione paramilitare degli unionisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS