Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il marchio "Swiss Army" contribuisce in misura decisiva al successo mondiale dei prodotti di Victorinox. Per utilizzarlo nella commercializzazione di coltelli da tasca, orologi, profumi, valige e abbigliamento l'azienda svittese paga all'esercito una licenza di quasi un milione di franchi all'anno, a seconda del volume d'affari.

L'ammontare è stato svelato da Carl Elsener junior, che guida l'impresa dal 2007, in un'intervista pubblicata oggi da "20 Minuten". Il valore aggiunto di "Swiss Army" è importante per il coltellino militare svizzero, famoso e richiesto in tutto il mondo, ha notato.

Victorinox fornisce all'esercito svizzero da 20'000 a 25'000 coltelli da tasca all'anno. Con il marchio Swiss Army Knives ne produce circa 28'000 al giorno, cui si aggiungono 32'000 altri attrezzi multifunzionali nonché quasi 60'000 coltelli da cucina o professionali. Il 90% della produzione è esportato. L'azienda dà lavoro a 19000 persone in tutto il mondo e nel 2013 ha realizzato un fatturato di 500 milioni di franchi.

Il marchio è stato registrato nel 1996 dall'allora Dipartimento militare federale (DMF). Nel 2009, il Dipartimento federale della difesa (DDPS) e armasuisse (l'impresa di armamento di proprietà della Confederazione) hanno poi concluso un contratto di licenza con Victorinox.

Attualmente almeno 41 aziende possono utilizzare i marchi "Swiss Army", "Swiss Military" o "Swiss Air Force"; alcune appartengono alla Confederazione altre a privati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS