Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il sito archeologico di Palmira, in Siria, ha subito "danni considerevoli", soprattutto agli oggetti custoditi nel museo, ma "nonostante la distruzione di diverse strutture emblematiche, conserva in gran parte la sua integrità e la sua autenticità".

È il verdetto degli esperti dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (Unesco), dopo una prima missione tecnica di valutazione rapida condotta tra il 24 e il 26 aprile, secondo quanto riporta una nota. L'agenzia Onu "si impegna a lavorare con l'insieme dei partner per adottare le misure di salvaguardia d'urgenza".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS