Navigation

Ungheria: presidente Schmitt accusato di plagio

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2012 - 18:48
(Keystone-ATS)

Il presidente ungherese, Pal Schmitt, è stato invitato oggi a dimettersi per un sospetto di plagio relativo alla sua tesi di dottorato in scienze sportive.

Stando all'accusa, Schmitt, un ex olimpionico di scherma, avrebbe conseguito il dottorato, nel 1992, copiando un'opera di un ricercatore bulgaro, Nicolai Gheorghiev, deceduto nel 2005.

A rivelarlo è stato il giornale online hvg.hu, secondo il quale delle 215 pagine della tesi di Schmitt, circa 180 sono la traduzione parola per parola del lavoro redatto in francese di Gheorghiev. "Il sospetto di un plagio è piu che probabile", scrive il giornale hvg.hu.

L'ufficio della presidenza ha prontamente respinto l'accusa, sostenendo che il presidente Schmitt e Gheorghiev avevano lavorato in cooperazione, usando le medesime fonti. L'università, dove è stato conseguito il dottorato, non ha commentato finora il caso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?