Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il nuovo Parlamento ungherese, eletto il sei aprile, si è riunito oggi in sessione inaugurale. Il premier uscente Viktor Orban, vincitore delle elezioni, è stato designato nuovo capo del governo dal presidente della repubblica Janos Ader. Orban presterà giuramento sabato prossimo, sulla piazza davanti al Parlamento in una manifestazione di massa, organizzata dal suo partito Fidesz, ma annuncerà la composizione del suo governo solo dopo le elezioni europee del 25 maggio.

Nel nuovo Parlamento siedono solo 199 deputati (invece dei 386 precedenti); Fidesz ha una maggioranza di due terzi con 133 deputati. Nell'opposizione, ci sono 29 deputati socialisti, 23 dell'estrema destra Jobbik, cinque dei verdi, quattro dei democratici, quattro dei centristi e 1 liberale.

Per la prima volta, sono presenti anche 13 rappresentanti delle minoranze etniche del paese, senza diritto di voto. Secondo il nuovo regolamento, sulle leggi in preparazione, non ci sarà più dibattito in aula, le leggi saranno approvate in commissione su proposta del governo che eserciterà il potere quasi via decreti.

Orban, dopo la designazione, ha pronunciato un discorso senza tuttavia presentare un vero programma: "Continueremo a difendere gli interessi della gente contro multinazionali, banche e burocrazia europea", ha detto.

SDA-ATS