Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - L'Unione sindacale svizzera (USS) rivendica per il 2011 aumenti salariali del 2-3%. Il rialzo delle rimunerazioni è ritenuto giustificato tenuto conto dell'aumento della produttività e della crescita degli utili aziendali, del rincaro e dell'aumento dei premi delle casse malattia.
In molti rami è necessario un supplemento di almeno 150 franchi al mese, si legge in una nota della confederazione sindacale, che chiede ritocchi generalizzati e non su base individuale. Lo scorso anno si è avuta una battuta di arresto per la maggior parte dei dipendenti, ha rilevato in una conferenza stampa Paul Rechsteiner, presidente dell'USS. Alcuni comparti, come il settore delle costruzioni, non hanno concesso alcun adeguamento.
Per il personale della Posta e di Swisscom il Sindacato della comunicazione auspica, oltre alla compensazione integrale del rincaro, incrementi dell'1,5-2%. Si tratta di un aumento "assolutamente meritato, ragionevole e indispensabile da un punto di vista economico", ha dichiarato il presidente Alain Carrupt. L'Associazione svizzera degli impiegati di banca punta su un aumento reale degli stipendi del 2%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS