Navigation

Università Soros: giustizia europea condanna Ungheria

Il miliardario americano di origine ungheresi George Soros (foto d'archivio) KEYSTONE/AP EPA Pool/OLIVIER HOSLET sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 ottobre 2020 - 10:29
(Keystone-ATS)

La Corte di giustizia europea condanna i requisti imposti dall'Ungheria nella legge che dal 2017 vieta l'attività all'Università dell'Europa centrale (CEU) del finanziere americano di origine ungherese Goerge Soros.

Seguendo il parere espresso lo scorso marzo dall'avvocato generale, i giudici lussemburghesi hanno ritenuto le condizioni introdotte dall'Ungheria per consentire agli istituti di istruzione superiore stranieri di operare sul proprio territorio "incompatibili con il diritto dell'Unione".

La CEU ha nel frattempo cessato le attività in Ungheria e ha aperto nel novembre 2019 un nuovo campus a Vienna. Nel 2018 la Commissione europea ha avviato una procedura d'infrazione contro l'Ungheria per le modifiche alla legge sull'istruzione superiore.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.