Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Secondo uno studio britannico appena pubblicato meno del 10% degli universitari e diplomati superiori in Svizzera svolgono un impiego che non richiede una qualifica universitario-superiore. Si tratta della migliore performance a livello europeo in questo ambito.

Il paese in cui si trovano più persone laureate sovraqualificate, che occupano cioè un posto di lavoro non al livello della loro qualifica, è l'Estonia, dove la percentuale raggiunge quasi il 90%, indica lo studio del Chartered Institute of Personnel and Development (CIPD) pubblicato su internet, sulla base di dati che risalgono al 2010.

Seguono la Grecia con oltre il 60% e il Regno Unito, appena sotto quest'ultima soglia. Percentuali attorno al 40% si riscontrano anche in Polonia, Irlanda e Spagna. L'Italia non figura nella classifica. Ai valori elvetici - con valori vicini al 10% - si avvicinano Germania, Slovenia e Paesi Bassi, paesi con una forte tradizione nella formazione professionale come la Svizzera, rileva lo studio, segnalato oggi dal giornale The Independent e ripreso anche dalla RTS. I ricercatori rilevano anche una proporzione di studenti più debole in questi paesi rispetto agli altri con un maggior numero di sovraqualificati.

Lo studio riporta anche i dati riscontrati nel 2004. La Svizzera figurava allora al terzo posto, dopo Olanda e Germania, tutti e tre abbondantemente sotto la soglia del 10%.

http://www.cipd.co.uk/binaries/over-qualification-and-skills-mismatch-graduate-labour-market.pdf

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS