Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Uomo arrestato in Nuova Zelanda 13 anni dopo assassinio

Uno srilanchese, ricercato per aver ucciso nel 2000 una sua amica a Basilea, è stato arrestato oggi in Nuova Zelanda. L'uomo di 42 anni dovrà comparire in giornata davanti al giudice, comunica la polizia di Auckland.

Nel dicembre del 2000 una donna tamil di 23 anni fu uccisa a coltellate in un appartamento di Basilea. Oltre tredici anni dopo, il presunto autore dei fatti è stato ritrovato. "L'arresto è avvenuto in mattinata a Grey Lynn, nella periferia di Auckland", ha spiegato la polizia neozelandese all'ats.

Lo srilanchese, rintracciato dalla polizia già nel 2011, viveva in Nuova Zelanda sotto falsa identità e con documenti falsi. Ha ottenuto la cittadinanza neozelandese nel 2004.

Tra la Nuova Zelanda e la Confederazione non esistono accordi di estradizione ma la polizia ha cooperato con l'Interpol al fine di procedere all'arresto e al trasferimento in Svizzera.

L'uomo, che lavorava come cameriere in un ristorante di Basilea, ha vissuto in Svizzera dal 1990 al 2000 ed era scomparso dopo il fatto. Tra il presunto assassino e la vittima vi erano stati alcuni alterchi, ha affermato la polizia di Basilea.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.