Navigation

UPC taglierà 10% impieghi, a rischio circa 160 posti

Ristrutturazione in vista presso UPC. KEYSTONE/MANUEL LOPEZ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2020 - 11:33
(Keystone-ATS)

Soppressione di impieghi in vista presso UPC: l'azienda attiva nei settori della tv via cavo, di internet e della telefonia taglierà di circa il 10% l'organico, che è di 1600 posti, ha indicato a Keystone-ATS una portavoce confermando notizie diffuse sui media.

Come noto lo scorso novembre l'operatore telecom Sunrise aveva definitivamente rinunciato al suo progetto di acquisizione di UPC Svizzera, dopo che gli azionisti avevano mostrato opposizione all'operazione. Proprietario dell'ex Cablecom è rimasto quindi il gruppo americano Liberty Global.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.