Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chi va in bicicletta usa di meno il casco: nel 2014 il 43% dei ciclisti lo indossava contro il 46% dell'anno precedente. La tendenza è negativa anche per i bambini e i giovani fino a 14 anni: la percentuale è scesa dal 63% al 60%. Nel 2012 era del 68%. Ciò è preoccupante perché la loro mancanza di esperienza li espone ad un maggiore rischio, specifica l'Ufficio prevenzione infortuni (upi) in una nota presentando i risultati del censimento di quest'anno.

Il calo generale è da ricondurre sopratutto agli uomini tra i 33 e i 44 anni. Chi usa le biciclette elettriche è invece più coscienzioso. Nonostante anche questo tasso sia in diminuzione, esso raggiunge comunque il 69% (2013: 74%). L'obbligo di portare il casco sulle e-bike veloci (con pedalata assistita dai 25 ai 45 km/h) introdotto nel 2012 ha portato all'incremento della percentuale d'uso fino all'89%.

"Il Consiglio federale raccomanda, in linea con l'upi, di indossare comunque e sempre un casco omologato EN 1078", aggiunge il comunicato. Per garantire la massima sicurezza la protezione deve calzare perfettamente: due dita traverse devono stare tra la radice del naso e il casco, lo spazio di un dito invece tra mento e sottogola e i passanti laterali devono essere ugualmente tesi, specifica l'upi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS