Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Era destinato a centro per richiedenti asilo a Seelisberg

Keystone/URS FLUEELER

(sda-ats)

Il governo del Canton Uri rinuncia momentaneamente al previsto centro per richiedenti asilo a Seelisberg. Lo ha reso noto oggi lo stesso esecutivo. Al momento sono presenti sufficienti posti di accoglienza nel cantone.

Il centro, previsto nell'ex albergo Löwen, aveva suscitato la viva protesta del comune di circa 700 abitanti. La consigliera di Stato urana Barbara Bär (PLR) si era detta addirittura scioccata dal comportamento degli abitanti che le avevano impedito di presentare il progetto.

Il centro d'accoglienza avrebbe dovuto dare alloggio a 60 richiedenti asilo a partire da settembre. "Il comune non lo può sopportare, rischia la rovina", aveva dichiarato il granconsigliere Oswald Ziegler (PPD). "Seelisberg vive di turismo, non è xenofobia", aveva aggiunto.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS