Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono 130 gli evasi da prigione che girano a piede libero per gli Stati Uniti. Lo ha rivelato l'Associated Press dopo un'indagine svolta da un capo all'altro del paese.

La recente fuga di due detenuti condannati per omicidio dal carcere di massima sicurezza nello stato di New York non è l'unica per spettacolarità.

Tra i 130 evasi, in qualche parte del Paese, o forse già all'estero, si nasconde un killer che è fuggito da una prigione del Texas strisciando all'interno di una condotta per l'aria condizionata. In Indiana un altro omicida è scappato usando un camion della spazzatura, mentre in Florida un detenuto ha convinto i suoi compagni di cella a metterlo in una cassa per imballaggi all'interno della falegnameria della prigione e si è letteralmente consegnato alla libertà usando un furgone.

Alcuni di questi detenuti mancano all'appello da decenni e le autorità hanno ormai poche speranze di riacciuffarli.

E diventa sempre più difficile la caccia a David Sweat e Richard Matt evasi dalla Clinton Correctional Facility da ormai due settimane. Intanto sono finiti della lista dei 15 più ricercati dei Marshal e sulla loro testa pende una taglia da 50'000 dollari.

Le ricerche si sono inoltre allungate al confine con il Messico, oltre che di quello con il Canada, e le autorità hanno chiesto a tutti i residenti della zona in possesso di telecamere a circuito chiuso di ispezionare le immagini dal giorno della fuga per verificare attività sospette.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS