Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Dopo 31 anni nel braccio della morte, in Alabama è stata eseguita la condanna a morte di Thomas Whisenhant, colpevole di aver ucciso e fatto a pezzi una donna nel 1976. Lo riferiscono diversi media americani. E' la 24/a esecuzione quest'anno negli Stati Uniti e la prima in Alabama.
Secondo quanto riferito dalla portavoce dei servizi penitenziari, Whisenhant, che essendo morto a 63 anni ha trascorso metà della sua vita nel braccio della morte, non ha voluto fare nessuna dichiarazione prima dell'iniezione letale.
L'uomo, che non ha fatto ricorsi dell'ultimo minuto per ritardare la sua esecuzione, era stato giudicato colpevole di aver rapito, violentato, ucciso e fatto a pezzi la ventiquattrenne Sheryl Lynn Payton, impiegata in una salumeria, e un'altra donna.

SDA-ATS