Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

David Coleman Headley, 52 anni, cittadino americano di origine pakistana coinvolto nei sanguinosi attentati del 2008 a Mumbai, in India, è stato condannato a 35 anni di carcere dal giudice distrettuale di Chicago.

"Non ho alcuna fiducia nelle parole di Headley che dice di essere cambiato e di credere nello stile di vita americano", afferma il giudice nella sentenza. Negli attacchi del novembre 2008 a Mumbai un gruppo di terroristi islamici, provenienti dal Pakistan, uccise 160 persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS