Almeno quattro responsabili della sicurezza nazionale dell'amministrazione Trump lanciarono l'allarme sulle pressioni esercitate sull'Ucraina per motivi politici, prima e dopo la controversa telefonata tra Donald Trump e il presidente ucraino Voldymyr Zelkensky.

Lo riporta il Washington Post, svelando che tali alti funzionari erano così allarmati dalla situazione che sollevarono la questione con il consigliere legale del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Eisenberg.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.