Usa: 4 funzionari lanciarono allarme per pressioni su Kiev

Il consigliere legale del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Eisenberg fu messo al corrente delle pressioni esercitate sull'Ucraina per motivi politici, prima e dopo la controversa telefonata tra Donald Trump e il presidente ucraino Voldymyr Zelkensky (foto simbolica) KEYSTONE/AP/PATRICK SEMANSKY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2019 - 08:37
(Keystone-ATS)

Almeno quattro responsabili della sicurezza nazionale dell'amministrazione Trump lanciarono l'allarme sulle pressioni esercitate sull'Ucraina per motivi politici, prima e dopo la controversa telefonata tra Donald Trump e il presidente ucraino Voldymyr Zelkensky.

Lo riporta il Washington Post, svelando che tali alti funzionari erano così allarmati dalla situazione che sollevarono la questione con il consigliere legale del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Eisenberg.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo