Navigation

Usa: a New York si può finire in cella per cattive maniere

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 gennaio 2012 - 09:19
(Keystone-ATS)

Si può finire in carcere per mancanza di buone maniere? Pare di sì, almeno a New York. È quello che è successo giovedì notte a William Pappers, dipendente di un panificio del Bronx, mentre stava attraversando Manhattan in metropolitana per recarsi al lavoro. L'uomo si è addormentato con i piedi appoggiati sul sedile del treno, è stato svegliato da un poliziotto che gli intimava di seguirlo e le successive dodici ore le ha passate in carcere in attesa di un giudice.

Secondo l'agente che lo ha arrestato infatti il suo atteggiamento non era soltanto una mancanza di rispetto verso gli altri passeggeri, ma un vero e proprio reato. Peppers è stato liberato il giorno successivo, dopo essersi dichiarato colpevole. "Posso capire se fosse stata l'ora di punta, ma erano le quattro del mattino, non c'era nessun altro nel vagone. Non bastava dirmi di tirare giù i piedi dal sedile? Ho perso una giornata di lavoro per colpa loro", ha dichiarato l'uomo al New York Times.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?